Università di Siena                                                                                                                      english

Scuola di Economia e Management

Dipartimento di Economia Politica e Statistica

                                                                                                                                        

Giandomenico Piluso (PhD, Bocconi)

curriculum

Giandomenico Piluso è ricercatore confermato di Storia economica (SECS-P/12) presso il Dipartimento di Economia Politica e Statistica dell'Università degli Studi di Siena dal 2005.

Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia economica e sociale presso l'Università Bocconi nel 1997 e ha insegnato Storia economica e Business History nell'Università del Piemonte Orientale (2000-2003) e nell'Università Bocconi di Milano (2000-2014). Fa parte del Collegio dei docenti del Doctoral Programme in Economics dell’Università degli Studi di Siena dal 2014. È stato visiting fellow presso il King's College (University of Cambridge) nel 2011 e il Nuffield College (University of Oxford) nel 2015. Dal 2014 è Fellow della Royal Historical Society di Londra. È stato direttore della rivista “Imprese e storia” dal 1999 al 2012.

Gli interessi di ricerca riguardano la storia economica, la storia delle istituzioni finanziarie e la storia di impresa, l'analisi delle relazioni tra cicli economici e cicli creditizi nel lungo periodo.

ASN (Abilitazione Scientifica Nazionale): abilitato come professore associato (tornata 2012) e professore ordinario (tornata 2013) per il SSD Storia economica 13/C1.


principali pubblicazioni
 

Libri

Il sistema finanziario e la borsa [con G. Nardozzi], Roma-Bari, Laterza, 2010, 132 pp.

Credito e cooperazione. La singolare storia della Banca Popolare dell’Emilia Romagna [con L. Conte e G. Toniolo], Bologna, il Mulino, 2009, 318 pp.

Mediobanca. Tra regole e mercato, Milano, Egea, 2005, 229 pp.

Il banchiere dimezzato. Finanza e impresa in Italia, Venezia, Marsilio, 2004, 143 pp.

L’arte dei banchieri. Moneta e credito a Milano da Napoleone all’Unità, Milano, Angeli, 1999, 256 pp.


Saggi

Maturity Mismatch and Allocative Efficiency. Long-Term Financing and Investment Banking in Italy, 1936-1975, in H. Bonin e C. Brambilla (a cura di), Investment Banking History: National and Comparative Issues (19th-21st Centuries), Brussels-Oxford-New York, Peter Lang, 2014, pp. 291-316.

Il finanziamento dell’Iri. "Oneri impropri" e fondo di dotazione, 1970-1992 [con L. Conte], in Silva F. (a cura di), Storia dell’IRI, vol. 3, I difficili anni '70 e i tentativi di rilancio negli anni '80, 1973-1989, Roma-Bari, Laterza, 2013, pp. 465-521.

Italy: Building on a long insurance heritage, in P. Borscheid e N.V. Haueter (a cura di), World Insurance. The Evolution of a Global Risk Network, Oxford, Oxford University Press, 2012, pp. 167-188.

Il finanziamento dell’Iri e i rapporti con il sistema bancario (1948-1972) [con L. Conte], in Amatori F. (a cura di), Storia dell’IRI, vol. 2, Il “miracolo” economico e il ruolo dell’IRI, 1948-1972, Roma-Bari, Laterza, 2012, pp. 463-522.

Financial intermediaries: their evolution and relations with firms, in "Review of economic conditions in Italy", vol. 64 (2011), 2/3, pp. 337-379.

Corporate Governance in Italy. Groups, Families and Financial Institutions in a European Mirror, 1896-2000, in H. Bonin e L. Segreto (a cura di), European Business: Corporate and Social Values, Brussels-New York-Oxford, Peter Lang, 2011, pp. 53-84.

Gli intermediari finanziari: evoluzione e rapporti con le imprese, in "Economia Italiana", vol. 32 (2011), 2, pp. 343-389.

Finance and Structure of the State-Owned Enterprise in Italy. IRI from the Golden Age to the Fall [con L. Conte], in F. Amatori, R. Millward e P.A. Toninelli (a cura di), Re-appraising State-Owned Enterprise: A Comparison of the UK and Italy, London-New York, Routledge, 2011, pp. 119-141.

Financing the largest Italian manufacturing firms. Ownership, equity, and debt (1936-2001) [con L. Conte], in A. Colli e M. Vasta (a cura di), Forms of enterprise in 20th century Italy: boundaries, strategies and structures, Cheltenham, Edward Elgar, 2010, pp. 132-158.

From the universal banking to the universal banking: a reappraisal, in "Journal of Modern Italian Studies", vol. 15 (2010), 1, pp. 84-103, special issue edited by P. Malanima and V. Zamagni.

La mutazione della struttura finanziaria e l'economia italiana [con G. Berta], in "Economia e politica industriale", vol. 31 (2004), n. 122, pp. 7-32.

«Deflazionare» le imprese. Politica industriale, razionalizzazione della produzione e corporate governance all’Iri negli anni trenta, in "Imprese e storia", vol. 11 (2002), n. 26, pp. 265-285.

Managing a Multinational Network: Organization, Training and Accountancy in Italian Multinational Banking (1910-1933) [con P.A. Toninelli], in H. Bonin et alii (a cura di), Transnational Companies (19th-20th Centuries), Paris, Plage, 2002, pp. 449-462.

La 'capitale finanziaria' e la rete regionale: il sistema finanziario lombardo tra mercato e istituzioni, in D. Bigazzi e M. Meriggi (a cura di), Storia d’Italia, Le regioni dall’unità a oggi, La Lombardia, Torino, Einaudi, 2001, pp. 531-612.

Il mercato del credito a Milano dopo l’unità: struttura e dinamiche evolutive, in G. Conti e S. La Francesca (a cura di), Banche e reti di banche nell’Italia postunitaria, Bologna, il Mulino, 2000, vol. II, pp. 503-556.

Il rapporto tra banche e imprese negli anni Cinquanta [con A. Gigliobianco e G. Toniolo], in F. Cotula (a cura di), Stabilità e sviluppo negli anni Cinquanta, vol. 3, Politica bancaria e struttura nel sistema finanziario, Roma-Bari, Laterza, 1999, pp. 225-302.

Gli istituti di credito speciale, in F. Amatori, D. Bigazzi, R. Giannetti e L. Segreto (a cura di), Storia d’Italia, Annali, 15, L’industria, Torino, Einaudi, 1999, pp. 505-547.

L’evoluzione dell’azionariato Fiat: assetti proprietari, struttura di gruppo e alleanze finanziarie (1899-1966), in C. Annibaldi e G. Berta (a cura di), Grande impresa e sviluppo italiano. Studi per i cento anni della Fiat, Bologna, il Mulino, 1999, vol. I, pp. 185-256.

Il Banco di Sardegna (1953-1994), in G. Toniolo (a cura di), Storia del Banco di Sardegna. Credito, istituzioni e sviluppo dal XVIII al XX secolo, Roma-Bari, Laterza, 1995, pp. 233-429.
 

Working papers

“Fiscal Policy and the Banking System in Italy. Have Taxes, Public Spending and Banks Been Procyclical in the Long-Run?” [con R. Ricciuti], CESifo working paper, no. 2442, October 2008.

“Italian investment and merchant banking up to 1914: Hybridising international models and practices” [con C. Brambilla], Università di Pisa, Dipartimento di Scienze Economiche, Discussion Papers, n. 69, January 2008.

“Are Banks Procyclical? Evidence from the Italian Case, 1896-1973” [con C. Brambilla], Università di Siena, Quaderni del Dipartimento di Economia Politica, n. 523, December 2007.


didattica
 

Nell'anno accademico 2015-2016 Giandomenico Piluso insegnerà, nel primo semestre, Storia d'impresa (40 ore, 6 crediti, laurea magistrale Management e Governance) e Storia dei problemi ambientali (20 ore, 3 crediti, laurea magistrale in Economia) e, nel secondo semestre, Economic History (60 ore, 9 crediti, laurea triennale in inglese in Economics and Banking).


Storia di impresa [107476 ]

Il corso affronta i temi classici della business history, uno dei settori più dinamici e innovativi della storia economica che sta ottenendo spazi importanti in tutte le università del mondo. Il corso è suddiviso in due moduli: il primo delinea i fondamenti teorici della disciplina fornendone le basi concettuali; il secondo analizza le caratteristiche del sistema delle imprese italiano in una prospettiva comparativa. 
Il primo modulo del corso contiene una parte iniziale in cui vengono riassunti i fondamenti teorici della disciplina, concentrando l’attenzione sull’evoluzione dei concetti di impresa e di imprenditore. Successivamente sono messe a fuoco, attraverso una sintesi delle ricerche più recenti, le tematiche classiche della business history: il rapporto che le imprese intessono con il contesto socio-culturale e con le istituzioni, l’evoluzione delle forme e delle dimensioni d’impresa, i modelli di governance. Particolare attenzione è dedicata agli effetti che il cambiamento tecnologico ha sul sistema delle imprese.
Il secondo modulo illustra il modello italiano di capitalismo ponendo in una prospettiva comparativa e verificando come questo si adatti al cambiamento tecnologico che si sussegue dalla fine dell'Ottocento.

Testi d’esame:
P.A. Toninelli, Storia d'impresa, Bologna, Il Mulino, 2012 (seconda edizione).
R. Giannetti e M. Vasta, Storia dell'impresa italiana, Bologna, Il Mulino, 2012 (seconda edizione).

Materiali didattici

Lucidi lezioni I modulo

Lucidi lezioni II modulo

Modalità d'esame: prova intermedia durante il corso. Tutti gli esami saranno svolti in forma scritta.

Risultati della prova intermedia del 3 novembre 2015.

La seconda prova parziale è fissata per lunedì 21 dicembre, alle ore 14, in aula 8. Iscrizioni su segreteria on line.
 
Orario delle lezioni 
Le lezioni inizieranno il 5 ottobre 2015 e si terranno:
lunedì, ore 14-16, aula 8
martedì, ore 14-16, aula 8

 
Storia dei problemi ambientali I [104061]

Il corso di Storia dei problemi ambientali considera i mutamenti degli ecosistemi per effetto dell'aumento della popolazione e del progresso tecnico negli ultimi cinquecento anni. La didattica è composta di due moduli. Il primo modulo prende in esame periodizzazione e dinamiche dei mutamenti ambientali; il secondo modulo esamina questi temi con riferimento a studi di caso.
Il primo modulo, in particolare, prende in esame periodizzazione e dinamiche dei mutamenti ambientali correlati ai processi di globalizzazione degli ecosistemi, l'impatto dell'industrializzazione, sia nei paesi industrializzati sia nei paesi non industrializzati ma interessati dai "flussi globali", l'effetto della crescita demografica e dello sviluppo tecnologico in relazione alla scarsità relativa delle risorse naturali, l'ascesa delle città industriali, le politiche di contenimento degli effetti dell'attività umana sull'ambiente naturale.
 
Testi d’esame:
S. Mosley, Storia globale dell'ambiente, Bologna, Il Mulino, 2010.
J.R. McNeill, Qualcosa di nuovo sotto il sole, Torino, Einaudi, 2000.

Materiali didattici

Lucidi lezioni I modulo

Modalità d'esame: prova intermedia durante il corso. Tutti gli esami saranno svolti in forma scritta.

La prova intermedia è fissata per lunedì 14 dicembre 2015, alle ore 16, in aula 1. Le iscrizioni su segreteria on line.

Orario delle lezioni 
Le lezioni inizieranno il 3 novembre 2014 e si terranno:
lunedì, ore 12-14, aula 7
martedì, ore 12-14, aula 7
 
 
Economic History [2000514]

Obiettivo del corso è dare una comprensione della complessità dei processi storici di crescita economica. Il corso pone particolare attenzione alla dimensione globale dello sviluppo, alla rilevanza delle istituzioni e della tecnologia, così come delle scelte di politica economica, nella determinazione delle dinamiche di crescita di produttività e reddito.
Il corso illustra, mediante un uso appropriato delle categorie economiche, il processo storico dello sviluppo economico contemporaneo. Pur concentrando l’attenzione sull’Europa, il corso considera i processi di crescita economica del mondo estendendo la trattazione a tutte le aree geografiche. Il corso si articola su una esposizione che unisce teoria economica, descrizione e analisi dei fatti stilizzati, misura dei fenomeni economici.
 
Testi d’esame:
O. Blanchard, Macroeconomics, Prentice Hall, 2005 (Chap. 2 A Tour of the Book; Chap. 10 The Facts of Growth).
D. Acemoglu, S. Johnson, J. Robinson, Institutions as a fundamental cause of long-run growth
(http://economics.mit.edu/files/4469).
R.C. Allen, Global Economic History. A Very Short Introduction, Oxford and New York, Oxford University Press, 2011.
K.G. Persson and Paul Sharp, An Economic History of Europe. Knowledge, Institutions and Growth, 600 to the Present, Cambridge, Cambridge University Press, 2015 (second edition).

Modalità d'esame: prova intermedia durante il corso. Tutti gli esami saranno svolti in forma scritta.
 
 
Ricevimento
 
Dal mese di ottobre il ricevimento studenti si tiene, di norma, il martedì dalle 10 alle 12, salvo diverse indicazioni fornite nella sottostante sezione Comunicazioni e annunci.

Si può contattare il docente all'indirizzo di posta elettronica: giandomenico.piluso@unisi.it.
 
 
Comunicazioni e annunci